La differenza tra i formati png e jpg

La differenza tra i formati png e jpg

PNG o JPG? Per chi si avvicina per la prima volta al mondo della grafica e ai software per creare immagini digitali, è importante avere ben chiare le caratteristiche dei vari formati, ma soprattutto quali e quando utilizzarli.

Per questo, abbiamo voluto creare questa guida per capire quali differenze ci sono tra i due formati più utilizzati per le immagini: png e jpg.

Le caratteristiche del formato .PNG

Formato per loghi e Immagini

Acronimo di Portable Network Graphics, il PNG è un formato molto utilizzato in informatica per memorizzare immagini.

Questo formato sarà quindi utilizzato in particolare modo per grafiche pixel e loghi. Infatti le immagini salvate in .png sono perfette quando si hanno elementi grafici definiti, dai contorni precisi e nei casi in cui serva trasparenza.

Quali sono i vantaggi del formato PNG?

– L’uso di tavolozze di colori. PNG supporta 24-bit RGB e colori RGBA a 32 bit.
– Immagini in scala di grigi
– Utilizzare la trasparenza e l’opacità

Questo formato utilizza inoltre una compressione senza perdita di dati.
Cosa significa?
Che durante la fase di compressione l’immagine non perderà le sue informazioni come qualità e colori.

Quindi il formato PNG è adatto per immagini di dimensioni medio/piccole. Per le foto di grandi dimensioni il formato JPG è l’ideale.

PNG, il formato ideale per: Screenshot, loghi, tutti i tipi di elementi grafici in cui sono presenti bordi definiti e superfici monocromatiche e conversione di grafiche vettoriali in grafiche raster.
Sconsigliato per: esportare progetti grafici più complessi come cataloghi o coordinati, perchè sono più pesanti (ad esempio da inviare)

 

Le caratteristiche del formato .JPG
Formato per Foto

Secondo alcune statistiche di W3Tech il 72% di delle immagini sul web sono proprio in JPG, perché hanno caratteristiche e vantaggi specifici.

Quali sono i vantaggi del formato JPG?

Leggerezza delle immagini prodotte
– Il rapporto di compressione fino a 10:1 senza degradi evidenti sulla qualità dell’immagine

Formato ideale per: Fotografie non professionali e immagini per il web
Sconsigliato per: disegni geometrici, screenshot, grafiche con aree cromatiche estese e icone

 

Qual è la differenza tra formato JPG e PNG?

Confrontare i due formati, partendo dalle caratteristiche e dai vantaggi di entrambi, è il primo step per capire le differenze.
Ad esempio la PNG utilizza un rapporto di compressione senza perdita di dati, utilizzare la trasparenza e tavolozze di colori.
Il formato JPG invece, usa un rapporto di compressione che lo rende ideale per immagini di grandi dimensioni per il web grazie alla capacità di contenere il peso in KB.

Il mondo della Grafica è la tua passione e vuoi seguire un corso personalizzato, adatto al tuo livello?
Compila il form sottostante per richiedere maggiori informazioni, la nostra consulente Grazia ti risponderà al più presto.

     

    Leggi anche: I 7 trend di Graphic Design del 2021

    Facebook
    LinkedIn
    WhatsApp

    SOLO PER VERI MARKETER

    Ricevi i nostri migliori articoli, contenuti gratuiti, offerte riservate e tanto altro!

      Articoli correlati

      Branding e brand identity

        Brand, Logo, Branding, Brand Identity, Brand Strategy, Identità visiva, Immagine coordinata. Oggi più che mai è importante fare chiarezza su questi termini e spiegarne

      leggi l'articolo »

      ISCRIVITI ALLA DIGITAL NEWSLETTER

      Riceverai ogni mese news dalla nostra Academy e approfondimenti utili per allargare i tuoi orizzonti nel mondo digital, con tanti consigli da mettere in pratica sin da subito.